mercoledì 28 dicembre 2011

... A TRIESTE SOFFIA LA BORA

video

... a Trieste soffia la bora

La bora (da Borea, raffigurazione mitologica del vento del Nord)
è un vento catabatico, ossia che cade dall'alto,
 di provenienza orientale,
che soffia con particolare intensità verso l'Alto e Medio Adriatico
oltre che in settori dell'Egeo e del Mar Nero.
E' un vento discontinuo, a raffiche anche fortissime,
che possono toccare velocità di 150 e oltre Km all'ora.
La bora origina da aria artica densa e secca
che fluisce in Adriatico attraverso una depressione
della catena delle Alpi Giulie vicino al Monte Nevoso e
investe il Golfo di Trieste da direzione Est-Nord-Est.
E' consueta e particolarmente intensa nel periodo freddo.

A volte, mi stupisco a chiedermi
cosa sarebbe la bella Trieste senza la bora ...

LETTERE D'AMORE AD UNA SCONOSCIUTA




Scrive lettere d'amore ad una sconosciuta.

Posa la penna sullo scrittoio, piega il foglio, lo infila delicatamente in una busta.
Si alza, prende dal suo baule uno scrigno di mogano, lo apre, ci lascia cadere dentro la lettera, aperta e senza indirizzo.
Nello scrigno ci sono centinaia di buste identiche sia nel colore che nel formato. Aperte e senza indirizzo.
Ha trentadue anni compiuti, l'uomo di cui narro.
Lui pensa che da qualche parte, nel mondo, incontrerà una donna che, da sempre, è la Sua Donna.
Ogni tanto si rammarica che il destino si ostini a farlo attendere con tanta indelicata tenacia, ma, con l'incalzare del tempo, ha imparato a considerare la questione con infinita serenità.
Quasi ogni giorno, ornai da anni, prende la penna tra le dita e scrive.
Non ha nomi e nemmeno indirizzi da inserire sulle buste, ma ha una vita da raccontare.
E a chi, se non a Lei!?
Lui pensa che quando si incontreranno sarà bello posarle lievemente sul grembo uno scrigno di mogano colmo di lettere, per poi dirle: "Ti aspettavo".
Lei aprirà lo scrigno e lentamente, quando vorrà, leggerà le lettere una ad una e, risalendo un chilometrico filo di inchiostro blu, si prenderà, facendoli suoi, gli anni, i giorni, gli istanti che quell'uomo, prima ancora di conoscerla, già le aveva regalato ...
o forse, più semplicemente, capovolgerà lo scrigno e, attonita davanti a quella buffa nevicata di lettere, sorriderà dicendo a quell'uomo: "Tu sei matto".
E per sempre lo amerà.

Fidatevi, può capitare ... è capitato a me!

Sinceramente
Rosanna

martedì 27 dicembre 2011

RICETTA PER LA FELICITA'


Ricetta per la
" F E L I C I T A "

Prendi l'odierna giornata e mescola ad essa
i seguenti ingredienti:
un terzo della donazione del Tuo tempo
ed energia alle persone che ne hanno bisogno,
un bicchiere di pazienza al volante ed
un pezzetto di serenità interiore.
Aggiungi l'allegria infantile
e la compagnia delle persone alle quali vuoi bene.

Aggiungi, mescolando, un pezzetto di creatività
ed ardone lavorativo e condisci l'insieme con il Tuo talento.
Impasta tutto in un miscuglio
al quale aggiungi a pezzetti alcuni dei Tuoi obiettivi,
buone scelte e speranza.
La massa deve riposare in un recipiente
che hai spalmato con piccole felicità
che avevi raccolto lungo il Tuo cammino.

Una nuvola bianca, un sorriso in tabaccheria,
l'odore del caffè, un bacio bagnato,
il pelo morbido del Tuo cane e simili utili felicità.

Quando sei convinto che questa sarà veramente
una giornata felice,
cospargi l'insieme con
una massa liscia di gratitudine.

E un "buon appetito" a tutti Voi
che vi cucinate la Vostra felicità da soli!

LIETE FESTIVITA' NATALIZIE A TUTTI

Sinceramente
Rosanna