sabato 26 dicembre 2009




Posted by PicasaVibrazioni dell'Anima


Solinghi lievitavano pensieri,
Aerei filamenti, avvolti di spemi,

assopivano La Ragione nei Sogni.


All'improvviso Tu!
Giungi dai miei sogni,
mi sorprendi mirar stupito
L'argentei riflessi della Luna,
Diffondi le Tue leggiadre onde
al CUI Seno attingo l'Emozione.


Di Tua Essenza
avvolgi l'Anima intorpidita,
rigogliosa sboccia la Poesia.


Oltre la scogliera iridi dorate
al vellutato blu congiunte
gioiscono alla rosea Aurora

Pure vibrano le ali dei sogni
concretizzati alla Vita.

Massimo






VORREI ...


... Vorrei vederti coperto d'argento,
Uomo che racchiudi tanta dolcezza di brezze
... altrimenti invisibile ...
nella trama delle Tue dita;

... Vorrei vederti trasfigurato d'argento,
in una notte di luna
capace
di rivelare la Tua essenza gentile,
mentre il resto del mondo
rimane attonito nudo ed oscuro;

... Vorrei vederti d'argento
perchè la Tua voce moduli stellanti sussurri,
Uomo soave
che dici al mio cuore,
nella Tua lingua di Poeta a me consona,
un meraviglioso desiderio di gioia,
e m'insegni com'è grande la forza
di cantare a se stessi,
tenaci,
la musica delicata
che riempie la purezza dell'Anima ...

Sinceramente
Rosanna

giovedì 24 dicembre 2009

FIORISCE L'INVERNO


Ho visto fiorire l'inverno,
come mai mi sarei aspettata.
La sua non è stata una fioritura...consueta...
che ingemma di bocci nevosi
i rami e i cespugli orfani ormai del verde.
Regnava, assoluta, la nudità:
vuoto di luce il cielo plumbeo, incenerito dal grigiore,
vuota di sussurri l'erba,
ammutolito il vento.
E mentre persino l'attesa
arretrava dal tempo divenuto cristallo,
senza che un accenno o un annuncio di viola scivolasse
languido
ad ammorbidire il riserbo celeste,
il tramonto è esploso e,
divampando,
la fiamma della luce che era parsa smarrita
ma che forse solo si celava oltre le cortine del giorno,
ha lacerato
tutto del suo fuoco.
Ed è allora che l'inverno è fiorito,
fiorito di riflessi:
corolle di rosse rose...
fantastiche, illusorie ma,
sebbene per un attimo,
esistenti
si sono aperte,
rosse rose di luce
proiettate dal sole lontano
sulla neve del mondo,
sulla neve del cuore
... riscaldando il Natale!
L I E T O   N A T A L E   A   T U T T I

Sinceramente
Rosanna

venerdì 24 luglio 2009

I DUE OCCHI DEL CIELO


IN PUNTA DI LUNA...

Mirabilmente appaiata dal celeberrimo poeta Dante al gemello Apollo (Elios, il SOLE) nell'icastica definizione "li due occhi del cielo", Diana (Selene, la LUNA) secondo il mito irradiò (come del resto Elios stesso) la prima scintilla del Suo splendore sopra un lembo di terra scorrente sul mare: sopra l'isoletta di Delo che, soltanto per aver concesso, unica fra tutte le terre, ospitalità alla partoriente Latona perseguitata dalla gelosia di Era, ottenne il privilegio di una sede stabile tra le acque su cui prima fluttuava vagabonda.

"I DUE OCCHI DEL CIELO" - l'uno sfolgorante d'oro, l'altra tenue di soffusa luminescenza - divisero da subito non solo le ardue circostanze della nascita, ma anche l'imperio della volta celeste, equamente ripartito tra notte e dì.

Sorge però il sospetto che la LUNA - mutevole, incostante e capricciosa: non è, del resto DONNA? - abbia potuto avvertire e patire un senso d'inferiorità a paragone del fratello, e questo non a causa delle diverse ore a Lei assegnate (il silenzio della notte in luogo del fervore diurno), bensì in ragione della gamma di gradazioni - rossori di aurore e di tramonti, inarcature iridate - in cui il SOLE sfaccetta la Sua luce.

Di fronte alla magnificenza della quale il SOLE può rivestire la Sua anima luminosa, espandendosi in stupefacenti cromatismi solo grazie a un soffice appoggio di nuvole, accendendosi in scaglie e saette d'oro sull'increspatura di un'onda e, meraviglia suprema, concedendo a una stilla d'acqua di rifrangere la sua essenza in arcobaleno, la LUNA, vincolata al bianco, con il Suo bianco identificata - un bianco sia pur screziato da opaco ad argenteo, sia pur ombreggiato, sia pur cinto da evanescenti aloni -, la LUNA, gelosamente fiera di tale candore ma parimenti ansiosa di dimostrare, anch'ella e ancor di più, la Sua versatilità (non è forse, si è detto, DONNA, e pertanto incostante ed insidiosa?), dovette chiedersi in qual modo opporsi all'apparente supremazia del fratello.

E attuò così (quantomeno, secondo l'interpretazione dei poeti) la Sua reazione. Spalancò il Suo occhio e allungò dita affusolate di trasparenza, levigate in alabastro (le stesse dita al cui tocco risponde il cuore del MARE, assecondandone le richieste con il Suo moto d'acqua, come se non fosse nient'altro che una stoffa svolta e riavvolta in base al desiderio di Lei, della LUNA, come se altro non volesse che stringersi intorno alla Sua guancia liscia e sfuggente), a cercare le Sue...creature, fanciulle a Lei similari: non vittime o prede, bansì "favorite".

Cercò - e continua, instancabile, secondo il Suo estro, a cercare - giovani DONNE da intridere della Sua luce, nelle quali infondere il respiro della sua incostanza divenuta, da peccato qual'era al tempo di Dante (come non ricordare, tra gli spiriti mancanti ai voti del primo cielo paradisiaco, appunto il cielo della Luna, la soave Piccarda Donati, beata sì, ma pur segnata dall'influsso lunare con il Suo antico cedimento terreno), fascino e sortilegio.

La LUNA sfiora in punta di dita le prescelte: DONNE che, da quel contatto, trarranno occhi scuri di bosco e di rugiada e saranno capaci di spingersi nelle profondità in cui domina il silenzio e di estrarre dal buio la Sua ricchezza segreta di riflessi... Grazie a queste DONNE, Sue ancelle e ministre, la LUNA contrasta momento dopo momento, insidiandone l'assolutezza già durante il dì, la Signoria del SOLE.

I poeti non sono concordi (nemmeno di fronte a se stessi: risultano ambigui) nel definire il timbro di questo intervento lunare.

Beneficio, lo chiama Baudelaire, stregato ed anelante.

Vendetta, l'emulo Carducci.

In ogni modo, esso pare una forma di tenero e prezioso privilegio: è un raro segno d'elezione, quello di essere guardate ed amate dalla LUNA...

...la LUNA che, pertanto, non ha aurore o tramonti, non ha arcobaleni di colore, per affermarsi... ma sguardi e sorrisi di DONNE rilucenti della Sua medesima, incantatoria mutevolezza: una luce, questa, quanto mai SPECIALE.


mercoledì 17 giugno 2009

VOLI


Che acrobatici voli
ali spiegate al vento
s'incrociano, piroettano
animati dall'ordir gioioso
Nel cielo vanno!
A spirali, a stormi
uccelli dalla veste vereconda
di piumaggio multicolore.
Sopra i mari, i monti ascendono
aureolati di luminoso splendore.
A levante il sole appare!
L'alba alita il risveglio
su teneri germogli
che il vento accarezza.
Sinfonia percepibile di sussurri,
d'incanti e colori
che il cuore si desta.
Cinguettii nell'aria tersa
richiami si espandono
al di là di ogni remora,
invitanti, suadenti.
Inopinabile realtà
nei sogni, eletta!

Sinceramente
Rosanna




UN CALDO MATTINO D'ESTATE

Il mattino viene
a levante il sole appare!
Come una mano timida e calda
che il corpo subisce.
Staticità!
Di cose stanche
di calore greve
sui volti segnati
di bocche schiuse
in respiri bramosi.
Caldo mattino caldo
che orma non segna il cammino
sulla terra screpolata, arida.
Verrà la pioggia
che oro colato cada
e l'aria s'avvezza fresca
di brio e di vigore.
Tra le fronde cadenti
qualche audace cinguettio
spezza il silenzio
che nel torpore
scandisce le ore
del vicino meriggio.
Cala l'ombra della sera
che protegge
con le sue grandi braccia
di amorevole madre.
Come d'incanto
ritorna il silenzio...
Sinceramente
Rosanna

venerdì 29 maggio 2009

Solstizio di Luna

Solstizio di Luna 


Diamante appeso nel cielo,

brilla di luce propria.

Intensa dentro l’anima,

carezza i miei pensieri.

Nel ventre accogliente

culla sogni, promesse,

certa di essere ovunque

a me vicina.

Misteriosa, dolce, sensuale,

muove le maree, mai tempesta

catturò l’anima mia

come il porsi della sua poesia.

                                                                           Massimo 

 

giovedì 28 maggio 2009

NUOVAMENTE LA NOTTE

Misteriosa creatura la notte...
le stelle
appese al cielo
abbagliano l'Anima mia
illuminandola di luce riflessa
dalla luna argentata
che da sempre scandisce perfette maree.
L'azzurrità del cielo,
scomposto da nubi confuse,
si rispecchia nel mare
accarezzandolo con una sciarpa d'argento.
Il suo incessante mormorio,
come il pulsare ininterrotto dei battiti del cuore,
scuote le onde spumeggianti
provocando risacche infinite
e respirando la poesia.
Ritorna la notte...
tutto si assopisce...tutto tace...
In questa notte stellata
solo i sogni rimangono desti
per farmi compagnia
sino alla nuova aurora
che scioglierà i miei desideri
racchiusi in essi...


Sinceramente
Rosanna


venerdì 22 maggio 2009

CERCAMI...

* * * C e r c a m i * * *
... e poi inesorabilmente
il tempo ci allontanerà,
mai per sempre ...
Ma potrai sentire la mia voce
attraverso la randa vibrante al vento
che sfiora leggera il Tuo volto,
potrai rivedere le nostre Anime
che sono rimaste là
dove si frange l'onda
al planare del sole sul mare.
Cercami nei sentieri della fitta pineta,
l'eco delle mie risate gioconde
echeggia ancora fra i rami dei pini marini.
Nel firmamento cercami,
dove hai rubato alle stelle
i bagliori che hanno illuminato la luna
e la mia vita con la Tua presenza
e nelle pareti del Tuo cuore cercami,
dove sono dipinti
in un collage colorato
i nostri momenti di sole.

Di cercarmi non smetter mai
non assopire questo stupendo sogno
sempre e per sempre cercami...

Sinceramente
Rosanna



martedì 19 maggio 2009

Libertà dei Sogni



Libertà dei sogni

L’usignolo, 
gorgheggiò all’Aurora,
Le rose, 
sorrisero alla Luna.

Lei, 
spogliò i sogni,
volò nel blu,
donando ispirazioni.

Gabbiano,
la raggiunsi da lontano,
attendeva 
su una nuvola rosa.

Dolce Amica,
sposò la poesia.
                                                  Massimo 

mercoledì 29 aprile 2009

Compagno di Viaggio

video

Respirando


Respirando

Il seme,
nell’Anima fertile,
cresce spontaneo,
fiorisce
forte e delicato,
erge nel verde
spicca acceso
nel grano.
Massimo

giovedì 23 aprile 2009

mercoledì 22 aprile 2009

mercoledì 15 aprile 2009

giovedì 26 marzo 2009

NOTTE MAGICA

...Sognai che Lui sedeva vicino al mio capo,
arruffandomi teneramente i capelli con le dita,
suonandomi la melodia del suo tocco.
Guardai intensamente il Suo volto
e lottai con le lacrime di gioia,
finchè l'agonia di parole non dette
lacerò il mio sonno come una bolla.
Mi sedetti sul letto e guardai lo splendore
della Via Lattea sopra la finestra,
nella volta celeste,
un'infinità di stelle mi apparve
come un mondo di silenzio in fiamme...
e mi chiesi se in quel preciso istante
Lui sognasse un sogno simile al mio...
Sinceramente
Rosanna

martedì 24 marzo 2009

Luna


Luna

Nel caldo abbraccio
del sole,
quando il mare
accoglie la passione,
Lei
vive l’eternità…
Fragile e seducente
ogni notte si rinnova
lo sguardo di fanciulla
china all’aurora.
Massimo

sabato 21 marzo 2009

LO STUPORE DEL MARE

UUna pennellata blù
naufraga su miliardi di granelli d'oro,
piccole nubi gonfie di bolle scolpiscono
su quell'orizzonte mai bagnato e mai asciutto
labbra che si attirano.
Come bambini che giocano,
corde che vibrano,
giorni che passano,
le onde si rincorrono e risplendono
sotto i raggi abbaglianti di un sole rovente.
Suono di mare,
ninna nanna eterna,
simile ad un vortice di profumi,
invadi come un guerriero senza spada
il tutto che s'incanta a Te.
Se la mia anima assopora tutto ciò,
i miei occhi s'incatenano alle Tue acque mai nate.
Il resto si cancella,
il tempo rallenta ed io
m'innamoro di Te...
Sinceramente
Rosanna


venerdì 20 marzo 2009

IL MIRACOLO

Un miracolo è una sorgente d'acqua
che zampilla tra le pietre,
l'acqua che sgorga dalla terra,
ai piedi di una montagna,
un ghiacciaio che si scioglie e nutre il fiume,
una pioggia che cade al momento giusto,
o un'acqua che lava il corpo
e rinfresca lo spirito,
ecco dove sta
IL MIRACOLO!

martedì 10 marzo 2009

giovedì 26 febbraio 2009

IL VIAGGIO DELLA VITA

Tra vent'anni sarai più infastidito
dalle cose che non hai fatto
che da quelle che hai fatto...
Perciò
molla gli ormeggi,
esci dal porto sicuro
e lascia che il vento gonfi le tue vele.
ESPLORA.
SOGNA.
SCOPRI.
E RICORDA
che il vero viaggio di scoperta
NON consiste
nell'esplorare nuove terre ed orizzonti,
MA nell'avere
nuovi occhi
per contemplarli.
Ed infine
RAMMENTA
di NON seguire
il sentiero già segnato,
VA, invece,
dove non vi è alcun sentiero
E LASCIA UNA TRACCIA!!!
by
Rosanna


lunedì 23 febbraio 2009

MUTAMENTO


Una volta solevo meditare
per lunghi giorni di fila,
ma vivere un breve e intenso spazio di tempo
vale molto di più...
Una volta solevo rizzarmi
sulla punta dei piedi
per guardare lontano,
ma vale molto di più
ampliare il proprio orizzonte
salendo sopra un'altura...


by
Rosanna

Affinità


Affinità

M'immergo nel tramonto,
respiro la tua emozione,
vibro nei caldi colori.
Qual desiderio
s'impadronisce dell'anima mia
se non quello di fondersi
con la tua...

Dolce sia il risveglio
quanto il canto dell'usignolo,
or se potesse lo sguardo mio
incontrare la luce del Tuo,
navigherei nel mare del mio sogno
abbandonato sul cuscino.


Massimo

Posted by Picasa

mercoledì 18 febbraio 2009

PIANETA "D"

Vortici, tempeste,

espandono l’immenso

profondo mondo,

lievi onde cullano le stelle

vestono di seta la pelle.

Fiorenti conchiglie

sorridono ai coralli,

naufrago nella luce

trasparente dei cristalli.

Esplori l’interiorità

del dolce emisfero femminile,

che generoso dona la vita,

mi perdo nei flutti oscillanti

della sua innata grazia,

compiacendoti

d’esser compagno e complice

di tale bellezza d’Animo...

Rosanna & Massimo...conversando…

L'AMICIZIA È COME LA MUSICA: DUE CORDE PARIMENTI INTONATE

VIBRERANNO INSIEME ANCHE SE NE TOCCATE UNA SOLA.

Francis Quarles